Check List Rev. 2.0 di autovalutazione sulla corretta applicazione delle procedure attuate per il contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, redatte secondo i protocolli del 24 aprile 2020.

0 commenti


In relazione ai Protocolli del 24 aprile 2020 (generale per tutti gli ambienti di lavoro e specifico per i cantieri edili), si sono redatti i documenti di seguito allegati con l’obiettivo di fornire ai Datori di Lavoro un supporto operativo da utilizzarsi per l’autovalutazione della corretta applicazione delle procedure da attuare negli ambienti di lavoro, Aziende o Cantieri Edili, per il contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19.

Si tiene precisare che l’inadempienza, da parte dei datori di lavoro, ai protocolli succitati, comporta la sospensione delle attività produttive fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Inoltre è importante ricordare che il datore di lavoro è responsabile della tutela della salute e sicurezza dei propri lavoratori, pertanto non è escluso che, in caso di eventuali contagi nell’ambito del luogo di lavoro, lo stesso Datore di Lavoro possa essere ritenuto penalmente responsabile dell’accaduto. Per contro, anche gli stessi lavoratori hanno obbligo di prendersi cura della propria salute e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, da cui ne può derivare l’applicazione di sanzioni penali.


Di seguito sono riportate le Check List di autocontrollo per le Aziende o per i Cantieri Edili, redatti secondo i protocolli del 24 aprile 2020 e allegati al DPCM del 26 aprile 2020



Posta un commento